La Romelia

 

Riassunto [descrizione breve, per maggiori dettagli procedere con la lettura]:

 

TERRA MALEDETTA E MONTANA, LA POPOLAZIONE E’ COMPOSTA DA MONTANARI, MOLTI DEVOTI AD ATREIUS, UN TEMPO DOMINATI DA UNA CASTA DI VAMPIRI, ORA LIBERI. ABBIGLIAMENTO ED ATTEGGIAMENTI CUPI, ACCENTO ORIENTALE/SLAVO, COSTUMI SIMIL RUSSI-SLAVI.

 

“…Nebbia, gelo, montagne e morti inquieti, se non fosse per alcune capanne dai camini accesi non

sembrerebbe un luogo adatto alla vita degli uomini, eppure tra queste foreste oscure cariche di

segreti e sussurri che raggelerebbero il più coraggioso dei cavalieri, gli umani hanno comunque

posto il proprio piede e reclamato queste lande come loro casa. Semi sconosciuti dall’occidente

eppure ad un passo da esso, i tetri montanari della Romelia con il loro strano accento, raccontano

di storie tetre, nelle fumose locande mentre sorseggiano la loro Vodka, di tempi segnati dalla

tirannia dei ladri di sangue. Una terra di Vampiri, maledetta e marcia, inospitale, un luogo che

dovrebbe rimanere confinato nell’incubo dal quale è scaturito…”

 

Tratto da Memorie di un Viaggiatore di autore Anonimo

 

La Romelia è un piccolo regno montano a cavallo tra Bramos, Baluvia e Steppa degli Spettri, fondata in origine da Lord Romelian, un generale Durmanhill scampato alla grande rivolta dei Goblin e poi tramutatosi in vampiro, questa terra è gelida e quasi sempre cristallizzata in un Inverno che a tratti sembra essere innaturale. Il clima continentale, con estati brevi e gelide ed inverni lunghi, nevosi e bui lo rendono uno dei regni meno ospitali di Andor. La fauna contorta è composta da faggi, querce ed abeti neri sotto i quali non è raro imbattersi in cervi e branchi di lupi affamati. Nell’immaginario Andoriano si tratta di una terra maledetta e pericolosa (Per trarre ispirazione una sorta di Transilvania di Dracula) un luogo da evitare, privo di interesse economico o politico.

 

Storia e Politica

 

Inizialmente governata da Lord Romelian, la Romelia era una Regno Dittatoriale sempre governato dallo stesso individuo, la rivolta guidata da alcuni coraggiosi sacerdoti di Atreius riuscì a liberare il dominio dalla casata Vampirica che venne di fatto estirpata con la distruzione di Lord Romelian ad opera di alcuni ribelli uniti ad avventurieri provenienti dalle terre di Andor Occidentali. Dopo la caduta del Despota, i Romeliani, che per la maggior parte del tempo erano stati considerati una sorta di gregge senza nessun potere, cercarono di organizzarsi in un governo il più semplice e democratico possibile. La ridotta dimensione del “Regno” facilitò non poco le cose e a distanza di un paio d’anni, i due centri maggiori del territorio presero una posizione di preminenza, il regno venne diviso in due regioni, la prima sotto la guida del Giudicato di Dravavik a Sud e quello di Peshmi a Nord. Il Giudicato è governato da un Sacerdote dell’ordine di Atreius ed un concilio ristretto di quattro anziani votati democraticamente dagli abitanti della regione ogni sei anni in quella che potrebbe essere definita una Teoligocrazia. Negli ultimi anni il piccolo regno ha comunque suscitato interesse dell’impero per le sue mire espansionistiche e d’accerchiamento del “Nemico” Baluviano, e di conseguenza anche del regno di Balivia, ma entrambi i regni si sono scontrati con persone del tutto fuori dal mondo e disinteressate ai giochi politici Andoriani. In aggiunta la “Nobiltà” vampirica sopravvissuta alla distruzione del proprio signore resta comunque attiva ed in agguato tentando di minare il piccolo ed instabile nuovo regno.

 

Religione

 

L’unica religione professata nel regno, ufficiale ed accettata, è quella di Atreius, considerato salvatore e protettore del regno, la presenza del suo culto permette di vivere con maggiore serenità il popolo sempre sotto la costante minaccia dei Non Morti. Negli ultimi anni anche un culto minore degli spiriti è stato introdotto dall’instaurarsi di un circolo sciamanico dello Spirito delle tempesta, che si fa chiamare “I Fratelli del Sangue”. Nonostante il nome ambiguo e l’insofferenza e paura della maggioranza dei popolani, l’ordine di Atreius ha dovuto, suo malgrado ed a denti stretti, accettare i nuovi venuti garantendoli agli occhi dei Romeliani, senza però specificare che la religione ufficiale del regno resta comunque in mano all’ordine di Atreius.

 

Particolari Peculiari della Romelia

 

L’antico ordine dei cacciatori di vampiri, formatosi ai tempi della rivolta contro Lord Romelian, è oggi confluito nelle schiere dei templari di Atreius che fungono anche come servizio d’ordine nel regno affinché sia ben sorvegliato. I romeliani indossano abiti che ricordano la cultura slava e magiara medievale, indossano solitamente armature di cuoio, ed amano armarsi di armi semplici come l’ascia o il bastone chiodato.