La lingua che tutti conoscono e parlano nelle terre di Andor è l’antico imperiale, la lingua dell’impero che dominò per oltre duemila anni le terre di Andor, ma non è stata l’unica lingua a svilupparsi, molte razze hanno mantenuto sia la loro lingua che il loro alfabeto razziale. Inoltre molte lingue sono derivate da culture fuse nel corso dei secoli alle popolazioni autoctone delle Terre di Andor. Oltre a queste lingue esistono lingue antiche appartenute a stirpi da tempo estinte che vissero nel mondo plasmandolo, come l’antica lingua dei Draghi o il Runico antico dei progenitori dei Darkwild, la lingua che la loro razza parlava prima dell’avvento del grande impero. Molti tomi antichi, tombe o potenti pergamene sono iscritte con questi alfabeti. Ma oltre all’enigma rappresentato da queste lingue, quelle moderne non sono da meno, l’elfico ad esempio è tuttora un tabù per la maggior parte delle popolazioni delle terre di Andor, e solo pochi eruditi, mezz’elfi o personaggi di spicco che mantengono stretti rapporti con le comunità elfiche hanno il privilegio di conoscere questa lingua al di fuori delle loro comunità.

Alfabeti delle Lingue Antiche

Setra Aulico

Si tratta dell’antica lingua elfica, creata durante l’era del mito e successivamente rimasta in uso fino al sorgere dell’impero. Il Setra Aulico è ancora oggi usato dagli elfi più anziani e in occasione di grande eventi come le celebrazioni delle festività nelle comunità elfiche. Solo i più eruditi, addirittura tra gli elfi stessi, è a conoscenza di questa antica lingua.

Runico Antico

La lingua antica dei Darkwild, il runico antico è la lingua degli elementi, un derivato della voce dei quattro Draghi elementali, è una delle più antiche e potenti lingue delle Terre di Andor, conoscerla vuol dire riuscire a percepire la forza degli elementi attraverso i flussi e tramutarli in lettere di ancestrale potenza, non è una lingua parlata, ma “incisa”, cioè può essere solo iscritta, poiché la sua pronuncia, sconosciuta, attiverebbe la potenza degli elementi, il runico antico è quindi considerabile come la scrittura della vera lingua dei draghi, la lingua che permette loro di usare la “Voce” ed emettere i soffi elementali.

Dratheo

La lingua dei Primi, questa fu l’antichissima lingua che i primi esseri creati dai Draghi, gli Urkhan, pronunciarono. Oggi i discendenti degli Urkhan, goblin, hobgoblin e orchi, hanno perso la conoscenza della loro lingua antica, ma tomi, pergamene e lastre di pietra con queste iscrizioni incise sopra, nascondono antichissime formule magiche di incommensurabile potere. Essendo difatti gli Urkhan, svincolati da ogni limitazione di potere dai loro creatori, essi furono capaci di creare incantesimi talmente potenti da rivaleggiare con la magia dei Draghi stessi.

Nimos

Si tratta della lingua segreta della casata Durmanhill, i tomi scritti con questo alfabeto risalgono all’era del loro dominio sul grande impero. L’antica casta dei maghi Durmanhill, aveva stillato questo codice segreto per proteggere le proprie formule da ladri e maghi rivali. Con la caduta del loro impero la lingua continuo comunque a perdurare ed alcuni maghi continuano ad usarla per scrivere appunti o tomi magici.

Kalassiano

L’antica scrittura dei primi umani, il Kalassiano venne creato durante il periodo antico, ancor prima che i draghi abbandonassero il piano materiale, continuò ad essere usato per molti secoli ma con l’avvento del grande impero, sotto l’imperatore Gyrth, venne definitivamente sostituito dall’antico imperiale come lingua. Nonostante questo il Kalassiano perdurò nel corso dei secoli nelle comunità umane più isolate. Solitamente non è una lingua di potere, però antiche ballate o registri del primo impero contengono questo genere di scrittura. Il Kalassiano è oggi una lingua morta comunque.


Alfabeti delle Lingue Correnti

Darkwild

La lingua di Darkwild e Shinikon, questo è l’alfabeto della lingua di queste due popolazioni, la forte connessione culturale degli appartenenti a queste razze, hanno provocato la fusione della lingua razziale.

Elfico

Si tratta della lingua moderna della razza elfica, oltre ad essi viene solitamente parlata dai mezz’elfi che sono cresciuti nelle comunità elfiche e dagli umani che hanno stretto forti legami con essi. Pur non essendo il Setra Aulico, questa lingua è molto raffinata ed alcuni cantori la usano per scrivere poemi, canti o ballate.

Draconiano

Erroneamente si potrebbe pensare che questa sia la lingua dei Draghi, ma non è così, il Draconiano è la lingua che gli Stirpe Draconica hanno creato appositamente per la loro razza, è un derivato del runico antico e gli Stirpe Draconica sono gli unici capaci di pronunciarla, proprio grazie al loro sangue in parte Draconico. Non è detto che uno stirpe di Drago debba necessariamente conoscerla ma se volesse apprenderla gli sarebbe molto facile, inoltre è la lingua preferita dagli Shadovar, essi la usano in maniera sprezzante in presenza di appartenenti alle altre razze per fare dispetto e distinguersi dagli altri.

Tharlshok

La lingua odierna parlata da Orchi, Goblin ed Hobgoblin, il Tharlshok è una lingua semplice e pratica come i suoi creatori, moltissime appartenenti alle altre razze parlano e scrivono fluentemente poiché è una lingua semplice da apprendere per chiunque, inoltre il legame culturale tra umani, goblin ed hobgoblin ha spinto i primi ad apprendere la lingua dei loro vicini in caso di necessità.