zelota-occulto


Bonus Razziali

  • +2 Punti spirito
  • +2 Punti abilità
  • I personaggi stirpe draconica possono acquistare l’abilità “sensi acuti” al costo di 12 punti esperienza, gli avventurieri di questa razza invece la possono acquistare a 10 punti esperienza. Per info consultare la pagina avventuriero.

Psicologia

La Stirpe Draconica è una razza molto diversificata, essendo di figli sorti dalla fusione di una razza con un ceppo draconico, essi rispecchiano la natura dei propri progenitori, gli stirpe draconica hanno molte psicologie diverse, ognuna in base alla razza che li ha generati e all’allineamento di pensiero del drago che ha preso parte alla loro genesi. In origine gli stirpe draconica si schierarono apertamente dalla parte dei loro progenitori, essendo stati creati appositamente dai draghi per guidare le razze durante le guerre nell’era del tempo dei draghi. Queste creature erano personaggi mitologici e potenti che furono capaci di edificare imperi dopo che i draghi abbandonarono il piano materiale, ma oggi, con il passare delle ere e le mescolanze razziali, è possibile trovare dovunque gli stirpe di drago. Essi come già detto hanno caratteri che sono il frutto dei loro progenitori, così uno stirpe di drago d’ombra mescolato con uno shinikon apparirà come una pantera nera, un tetro predatore e assassino dall’istinto sociopatico. Al contrario un umano incrociato con la stirpe del drago di luce potrebbe essere un valoroso paladino dell’ordine o monaco_dei_monti_cremisiun’illuminato santone che è fonte di ispirazione dei popoli. Oppure un’altro umano che abbia tra le proprie vene il sangue del drago della terra potrebbe essere tranquillamente un furfante che ricerca la conoscenza, preferendola alla ricchezza. In qualsiasi caso comunque ci si può persino allontanare dall’allineamento del progenitore draconico, non è escluso che uno stirpe draconica d’ombra non possa essere un’anima gentile votata alla compassione e all’aiuto del prossimo, ma in questo caso bisogna rendere profondamente questo genere di allineamento morale rappresentando un personaggio che combatte assiduamente con un’enorme conflitto morale interiore. Sta al giocatore dare profondità al proprio personaggio nel modo che più gli aggrada, rimanendo dentro però i canoni della plausibilità per non far diventare il proprio personaggio ridicolo. Gli stirpe draconica sono inoltre molto credenti, non esiste uno stirpe draconica che rifiuta di prostrarsi dinnanzi ad una identità divina, poiché il legame che egli avvertono con gli Deì è molto forte, data la loro discendenza e il loro sangue “divino”. Va da sé inoltre che non si può essere stirpe draconica di Shauku, del Grande Spirito, dello Spirito delle tempeste o di quello della Bruma, poiché queste entità divine non sono di origine draconica. Per ulteriori dettagli su queste cose è consigliabile leggere l’inizio della storia dell’ambientazione e il capitolo dedicato alle fedi per comprendere gli allineamenti dei draghi che potrebbero avervi generati.

Cultura

Non esiste una “cultura” degli stirpe Draconica, essi vivono e si adattano alle comunità in cui si trovano, di solito non vengono percepiti come un problema e in alcuni casi queste figure rappresentano le cariche di potere all’interno delle comunità. Addirittura la nascita di uno di essi nelle comunità tribali, viene salutata come una benedizione divina e agli stirpe draconica vengono affidate le cariche sacerdotali e sciamaniche, venendo creduti un dono degli Deì. Ci sono naturalmente le eccezioni, e sono rappresentate da quei stirpe draconica che nascono all’interno delle zone malfamate o di basso ceto popolare nelle grandi città, qui i piccoli stirpe di drago vengono solitamente derisi, emarginati e insultati per la loro diversità, un figlio che nasca con queste caratteristiche rappresenta una maledizione per alcuni genitori e molto spesso queste povere creature vengono abbandonate o addirittura uccise. Per questo motivo molto spesso gli stirpe draconica sono molto differenti gli uni dagli altri non solo per il loro progenitori ma anche per le comunità in cui nascono. L’unica cultura nata all’interno di questa razza è quella degli shadovar, l’incrocio tra il drago D’ombra e gli elfi, gli shadovar hanno costituito una sorta di impero segreto che poggia le sue fondamenta sulla criminalità. Quella degli shadovar è una comunità chiusa ma molto collaborativa al suo interno, essi infatti collaborano in caso di necessità, si sposano solo fra di loro, tengono con loro solo i figli Stirpe Draconica abbandonando i piccoli elfi e addirittura rapiscono piccoli Shadovar nati nelle comunità disagiate crescendoli come loro figli. Sono fissati con il concetto della purezza di sangue e non riconoscono di essere associati alle altre stirpi draconiche. Si definiscono Shadovar, e come tali vogliono essere riconosciuti, senza remore o compassione eliminano coloro che li offendono definendoli stirpe draconica. Le comunità shadovar si trovano nelle città e seguono il concetto delle enclavi, di solito occupano un quartiere e lo barricano escludendosi dal resto della comunità, i loro quartieri sono chiamate “Strade Grigie” e qui essi amministrano le loro attività criminali. Questi luoghi però non fungono da rifugio per la “feccia” comune, ladri e assassini di altre razze non possono entrare o commerciare in questi quartieri, poiché questi sono riservati esclusivamente agli shadovar ed ai loro amici e committenti. Oltre a questi, naturalmente, queste strade ospitano rifugio per tutti i maghi criminali e i chierici di Zal’Thrull e Kal’dum, qui non professano apertamente il loro culto, ma perlomeno gli shadovar li lasciano fare se non rappresentano una possibile minaccia per loro, li nascondono nel caso le guardie cittadine o qualche zelante chierico di Wirth, Katosh o Anur si addentrano per le loro strade alla ricerca di costoro. A parte quella degli Shadovar, non esistono altre comunità tanto coese da rappresentare una cultura a sé tra gli altri stirpe draconica, ma se volete interpretare uno Shadovar non nato in questi ambienti e totalmente lontano dalla loro cultura potete anche farlo, non è di certo vietato.

Caratteristiche Fisiche

Gli stirpe draconica non hanno caratteri fisici definibili, essendocene una enorme varietà possibile sta maggiormente alla fantasia dei singoli giocatori creare il proprio personaggio con caratteristiche che rappresentino al meglio una stirpe draconica. Considerate che i canoni fisici della razza non draconica vanno comunque rispettate, ad esempio uno shadovar è a tutti gli effetti un elfo esile, ma con la pelle completamente nera e capelli lunghi o corti, neri o bianchi. Naturalmente ci possono essere tratti distintivi dell’elemento dominante, uno stirpe draconico del drago della terra potrebbe avere una pelle abbronzata, occhi completamente neri e delle scaglie marroni sulla fronte, uno shinikon con sangue del drago d’ombra potrebbe apparire più come una pantera completamente nera, un umano discendente dal drago di luce potrebbe avere occhi chiarissimi, pelle quasi del tutto bianca e lunghi capelli dorati o argentei. Insomma decidete voi come apparire, l’importante è far comprendere con tratti strani che siete degli stirpe draconica, non potete apparire unicamente simili alla razza non draconica che vi ha generati. Infine gli stirpe Draconica possiedono anche la Scurovisione, cioè la capacità di vedere nell’oscurità, se è in previsione un live notturno, coloro che dovete portare con voi visori notturni o torce a testa da poter camuffare sotto un cappuccio per simulare la vostra visione notturna senza difficoltà, non dimenticatelo, è molto importante.

Rappresentazione

Come già detto nella descrizione fisica decidete voi quale caratteristiche estetiche potrebbe avere il drago dal quale discendete, non esiste un modo corretto ma di sicuro ne esiste uno coerente, pensate al vostro elemento dominante e immaginate che genere di rappresentazione sarebbe ottimale per il vostro personaggio, scegliendo questa razza potete dare fondo alla vostra riserva di fantasia e voglia di mettervi in gioco, i master apprezzeranno molto il vostro impegno, buon divertimento.